Case a Miami, in cima alla Top ten delle preferenze

Acquistare immobili a MiamiUna delle più grandi società di investimento che opera in diversi settori ed a livello internazionale, la PIMCO, ha svelato le proprie stime per l’andamento del Pil degli Stati Uniti, per il quale si attende una salita, con stime prudenziali, pari al 2% e il 2,5%. Si tratta di un dato ancora più positivo per il fatto che la ripresa economica Usa può essere considerata ormai come  consolidata per il fatto che a trainarla ci sono proprio il crescente andamento dei prezzi delle case.

A questa valutazione si aggiunge anche una classifica molto interessante, che ha analizzando il flusso degli investitori stranieri e lo spostamento di capitali in investiti in immobili. Da questa stima è emerso che sono oltre 100 mila gli italiani che hanno preferito fare investimenti immobiliari estero e che la destinazione preferita,  a quanto pare con grande soddisfazione, siano stati gli immobili degli Stati Uniti.

Un’altra indagine ha tenuto conto delle preferenze, all’interno del mercato immobiliare Usa, per cercare anche di comprendere le prospettive di sviluppo e guadagno per il futuro, e in cima alle preferenze si sono confermate per un altro anno, l’acquisto di case a Miami. Ovviamente la scelta delle varie tipologie costituisce una delle scelte principali, poiché a questo corrisponde la possibilità di poter spendere somme più consone al proprio budget, senza trascurare l’ampia scelta relativa anche all’ubicazione di case unifamiliari o appartamenti, a seconda del target di affittuari che si vuole attirare e soddisfare.

 

Case Miami: l’impatto della tassazione e i costi accessori

8thGli Stati Uniti rappresentano uno dei mercati migliori per quanto riguarda la facilità con cui avvengono le compravendite delle case e degli immobili in particolare. Le procedure non sono complicate, e la presentazione dei documenti riguarda solo quelli strettamente necessari, sia se si è residenti, che nel caso in cui non lo si è. Anche questo fa parte di ciò che viene  indicato come il sogno americano, foriero di convenienza e di grandi opportunità, a specialmente queste ultime bisogna saperle cogliere altrimenti non servono a nulla.

In alcuni Stati americani le procedure non sono semplici ma sono addirittura semplificate, e anche per quanto riguarda i costi delle operazioni e la relativa tassazione sono state introdotte delle agevolazioni fiscali particolari, incentrate sulla raccolta di capitali anche dall’estero. Ed in questa direzione si è mossa la Florida, con un approccio che è stato molto adottato soprattutto per l’acquisto di case a Miami, nonostante questa città viva in una situazione economica particolare (si parla spesso di un micro universo economico molto particolare) e la crisi non ne abbia abbattuta l’economia e soprattutto non ne ha intaccato il turismo.

Ma ovviamente questi risultati sono stati resi possibili proprio dalle leggi di fondo: poter acquistare case a ottimi prezzi con bassissimi costi distribuiti tra consulenze, imposte e tasse rende chiaro fin da subito il tempo i recupero e il momento in cui inizierà la fase di guadagno netto vera e propria. La scelta delle soluzioni possibili è in più così ampia ce ci sono davvero soluzioni per tutte le tasche.

Investimenti sicuri 2013: case a Miami

Poche le certezze a cui si possono aggrappare gli investitori in questo periodo storico particolare, ed anche se si ha la sensazione che i vecchi capisaldi non si possano più rispettare è innegabile che per fare un buon investimento si devono osservare poche regole e ci si deve rivolgere a qualche accortezza: non rischiare in modo eccessivo, non investire una somma eccessiva che vada ad erodere tutta la propria liquidità, e sapersi guardare intorno.

Si tratta di poche regole ma fondamentali che sono tutte rinvenibili tutte nell’investimento immobiliare, se si ricerca con attenzione il mercato di destinazione. In questo senso e ordine di idee risulta particolarmente vantaggioso acquistare case a Miami, poiché non richiedono esborsi eccessivamente elevati, per cui non si va ad erodere tutte la propria liquidità, si tratta comunque di un investimento nel mattone che in Italia ha perso la convenienza ma non la sicurezza, e fa parte di una realtà molto particolare, che è stata da sempre supportata dalle leggi dello Stato e del governo.

Naturalmente la scelta della tipologia dell’immobile dovrebbe essere orientata tenendo conto sia la propria disponibilità economica e sia lo scopo dell’acquisto (ovvero se si tratta di un investimento di natura personale oppure per una rendita legata all’investimento). C’è tuttavia una soluzione che va bene proprio per tutti, e si tratta delle Residence Boutique, che sono peculiari per le case a Miami, e consentono di realizzare un acquisto, chiavi in mano, tutto, veramente, compreso.

Residence boutique: la scelta ideale di casa a Miami

Quando si decide di acquistare una casa, non si può prescindere nella scelta dalla motivazione ce spinge nell’operazione, ma un aspetto che non può mai essere ignorato è quello relativo al costo aggiuntivo che bisogna pagare per l’arredamento, per eventuali ristrutturazioni necessarie e per la manutenzione. Ovviamente acquistare un immobile che azzera alcuni di questi costi, e ne riduce o abbatte in modo considerevole gli altri, rappresenta sempre la scelta economicamente e non solo, migliore in senso assoluto.

In una città come Miami, è possibile acquistare quelli che vengono definiti come Residence Boutique, ovvero case o appartamenti che sono stati finemente ristrutturati, cercando di esaltarne le caratteristiche e le particolarità architettoniche, che hanno reso questa città tra le più particolari ed originali al mondo, senza tuttavia rinunciare al risparmio e al comfort.

In poche parole si fa un acquisto “chiavi in mano” poiché nel prezzo di acquisto è compreso tutto il costo complessivo, e non si rischia di andare incontro a delle brutte sorprese. Un beneficio che può essere sfruttato sotto il duplice aspetto di acquisto fatto per uso personale, o come investimento, anche se ovviamente non è preclusa la possibilità di combinare entrambi questi aspetti.

Dal momento che la casa è immediatamente abitabile, se ci si vuole andare per le vacanze, non si dovrà fare altro che organizzare i trasferimenti, per poi ritrovarsi a casa propria dall’altra parte del mondo. Il fatto che siano ristrutturate recentemente, inoltre, rende i costi di manutenzione estremamente bassi. Se poi l’obiettivo è quello del mero investimento in una casa o un appartamento dotato di tutto ciò che serve, con in più particolari accorgimenti estetici ma anche di comfort, anche in questo caso presenta sicuramente un appeal molto elevato.

A maggior ragione se è stato scelto un immobile di un Residence Boutique, che vengono scelti in location di maggiore interesse, sia di carattere storico che urbanistico o turistico, il livello di bontà di investimento diventa chiaramente molto elevato e sicuro.

Procedura e documenti necessari per comprare casa a Miami

Comprare un immobile a Miami è piuttosto facile per noi italiani, oltre ai costi contenuti che in molti casi permettono di concludere ottimi affari, la burocrazia è molto limitata rispetto a quella a cui siamo abituati in patria.

Per prima cosa dovrete affidarvi a delle agenzie che vi aiuteranno a scegliere, spesso tramite dei siti web con numerose schede di immobili, quello più adatto alle vostre esigenze.

Dovrete poi munirvi di un passaporto, così da poter andare a visionare di persona uno o più degli immobili che hanno suscitato il vostro interesse.

Dovrete poi aprire un conto corrente bancario in America, operazione che potrete fare facilmente se avete un passaporto valido.

Il conto vi servirà per pagare caparra ed eventuali anticipi, oltre che, in seguito, per il pagamento annuale delle tasse sul possesso dell’immobile, in genere pari a circa il 2% del suo valore.

Contestualmente alla presentazione dell’offerta si provvederà al versamento dell’anticipo sul conto corrente di un rappresentante del venditore (la sua agenzia immobiliare o un avvocato che in USA svolge anche le funzioni del nostro notaio).

Dopo la firma del contratto, avrete circa 7 giorni per effettuare un’ispezione professionale all’edificio, avvalendovi di esperti che possano evidenziare eventuali problemi o difetti dello stesso.

I costi del contratto da parte dell’acquirente sono circa dell’1% del valore dell’immobile se questo viene pagato senza ricorrere ad un mutuo, se viene fatto il mutuo le spese salgono a circa il 4%.

Per ogni ulteriore curiosità o dubbio affidatevi ad agenzie specializzate e a siti come il nostro, che sapranno darvi la necessaria consulenza.

Acquistare immobili a Miami

La crisi economica può essere vista anche come un’opportunità, in particolare in un mercato globalizzato come quello nel quale ci troviamo ad operare oggi.

Dopo anni di depressione, Miami è ora di nuovo sulla cresta dell’onda. Questa città è molto amata dagli americani, ed un vero e proprio paradiso per gli europei, che in Florida, trovano un clima tropicale e tutti i confort delle grandi città a stelle e strisce: tantissimi locali, negozi di ogni tipo, campi sportivi e ottimi ristoranti.

Inoltre nel 2008 il Forbes Magazine ha nominato Miami la “Città più pulita d’America”, in base ai rilevamenti sulla qualità della sua aria ripetuti nell’arco di un anno.

Insomma Miami può rappresentare per gli europei, italiani inclusi, una straordinaria opportunità di investimento.

Investire in immobili a Miami è un’ottima opportunità: potrete acquistare una casa per passarci le vacanze, oppure per affittarla o per rivenderla e, nel giro di poco, otterrete un ottimo guadagno.

Gli investimenti richiesti inoltre sono molto più contenuti di quanto si possa immaginare. Su siti come questo, e altri che segnaleremo in seguito, troverete molte informazioni e link a risorse utili per iniziare subito ad operare con successo sul mercato immobiliare americano.

Come acquistare immobili a Miami

Acquistare un appartamento a Miami è molto più semplice che in Italia, non occorre prendere contatto con diverse agenzie immobiliari, poiché gli appartamenti da commerciare figurano  in un data base accessibile dagli agenti immobiliari.

A Miami la proprietà di un appartamento è assicurata da un documento: il Title.  Le Agenzie garantite dal Governo Federale dopo aver fatto una ricerca del titolo, consegnano il Title Insurance,  una polizza assicurativa  per l’ammontare del costo dell’ appartamento.

Il Title Insurance è una garanzia per il compratore, se durante il Closing che corrisponde al nostro rogito, accadesse qualche inconveniente, lo stesso è assicurato fino al valore dichiarato nell’atto.

Poi in base all’acquisto che si realizza, serve predisporre dei versamenti. Se si acquista “sulla carta” bisogna versare il 20% del valore dell’immobile. Il 50% dell’importo finisce in un conto garanzia e il compratore non potrà usufruirne fino alla consegna del bene, l’altro 50% è utilizzato dal costruttore per pagare le relative spese d’inizio lavori dell’immobile stesso.

Se si compra un immobile ultimato, si versano il 10% di acconto e la restante parte quando sarà compiuto il Closing ovvero il rogito.

Se si acquista un immobile condominiale, insieme al contratto d’acquisto il compratore riceve una copia dei documenti condominiali.

Al momento dell’acquisto  le successive spese da sostenere sono le tasse annuali di proprietà e le spese notarili. Le tasse annuali sono circa il 2% del valore della proprietà, mentre i costi  legati all’acquisto del bene  sono fra l’1,5% e il 2,5%  del valore dell’immobile.